24/03/15

La Pietra degli Alchimisti

2015-03 Cover Francesco Giacovazzo-La pietra degli alchimisti (r

L’Attenzione è la regola dell’Alchimista.
L’Attenzione è essere presenti a se stessi qui e ora.
L’Attenzione è la differenza tra essere vivi ed essere morti.
Tutto il lavoro pratico su se stessi inizia e finisce con la pratica della nostra presenza interiore.
Questo è il Ricordo di Sé”.

 

La Pietra degli Alchimisti è basato sulla storia personale dell’autore, che dopo un incontro “fortuito” con Raffaele, un alchimista dalla forte personalità magnetica, realizzerà un percorso iniziatico che lo condurrà fino alle regioni inesplorate della propria interiorità.

Un viaggio reale e simbolico ricco di prove e avventura dove il lettore, insieme al protagonista, attraverserà tutte le fasi dell’arte Alchemica fino a realizzare il Risveglio della propria Anima.

Tutti gli uomini “dormono”, sono degli “automi” completamente ipnotizzati che si illudono di essere svegli. Cosa bisogna fare per svegliarsi? Qual è il significato reale della Pietra Filosofale? Cosa si intende per “Immortalità”?

Per la prima volta l’Alchimia non sarà più un sapere oscuro e indecifrabile ma una conoscenza accessibile a tutti, un modo di vivere con saggezza che non richiede l’esilio dal mondo ma, al contrario, la propria partecipazione attiva e consapevole.

Continua a leggere…

18/11/14

L’Illuminazione non esiste

maharaj

 

Maharaj diceva spesso che pochissimi di coloro che venivano da lui erano novizi nel campo della conoscenza spirituale. Generalmente si trattava di persone che avevano viaggiato in lungo e in largo in cerca della conoscenza, letto molti libri, incontrato molti Guru e che avevano una certa idea del tutto, ma raramente una chiara visione di ciò che avevano cercato.
Un mattino, arrivò da Maharaj una donna europea. Lodò profusamente il libro Io Sono Quello e disse che era una grande fortuna essere in grado di porgere i suoi omaggi a Maharaj di persona. Aveva viaggiato in lungo e in largo, aveva incontrato molti insegnanti spirituali, ma non aveva mai sentito di aver trovato ciò che stava cercando e ora era sicura che la sua ricerca era finalmente terminata ai piedi di Maharaj. Evidentemente aveva avuto alcune “esperienze” che altri Guru avevano probabilmente catalogato come prova del suo “progresso” spirituale. Ella cominciò a narrare queste esperienze a Maharaj molto dettagliatamente.

Continua a leggere…

6/09/14

Un colloquio con Nisargadatta Maharaj

nisargadatta

VISITATORE: Quando un ricercatore della verità pratica i suoi yoga, è assistito dal maestro interno, o è lasciato a se stesso in attesa del risultato?

MAHARAJ: Tutto avviene da sé. Il ricercatore e il maestro non fanno nulla. Le cose avvengono: biasimo e lode subentrano non appena s’instaura la coscienza di essere l’autore dell’azione.

Continua a leggere…

26/03/14

I Biscotti degli altri

imn

Una ragazza stava aspettando il suo volo in una sala d’attesa di un grande aeroporto. Siccome avrebbe dovuto aspettare molto tempo, decise di comprare un libro per ammazzare il tempo, e comprò anche un pacchetto di biscotti. Si sedette nella sala VIP per stare più tranquilla.
Accanto a lei c’era la sedia coi biscotti e dall’altro lato un uomo di colore che stava leggendo il giornale. Quando lei cominciò a prendere il primo biscotto, anche l’uomo ne prese uno. Lei si sentì indignata, ma non disse nulla e continuò a leggere il suo libro.

Continua a leggere…

25/03/14

I Comandamenti di Gurdjieff

gurdjieff

 

Fissa la tua attenzione su te stessa.
Sii cosciente in ogni istante di ciò che pensi, senti, desideri e fai.
Finisci sempre quello che hai iniziato.
Fai quello che stai facendo nel migliore dei modi possibili.
Non t’incatenare a niente che alla lunga ti distrugga.
Sviluppa la tua generosità senza testimoni.
Tratta ogni persona come se fosse un parente stretto.
Metti in ordine quello che hai disordinato.
Impara a ricevere, ringrazia per ogni dono.
Smetti di autodefinirti.

Continua a leggere…

19/02/14

I Vampiri Energetici

vampiri-energetici

 

Il “vampiro energetico” è colui che si nutre della nostra energia vitale, spesso in modo inconsapevole, in virtù di una natura che lo spinge a “prosciugare” le riserve di chi lo avvicina. Imparerete le regole fondamentali dell’anti vampiro, a riconoscere i sintomi dell’aggressione vampirica e come creare uno scudo di protezione.

Continua a leggere…

28/01/14

Una Tazza Di Cioccolata Calda…

cioc

Un gruppo di laureati, affermati nelle loro carriere, discutevano sulle loro vite durante una riunione. Decisero di fare visita al loro vecchio professore universitario, ora in pensione, che era sempre stato un punto di riferimento per loro.
Durante la visita, si lamentarono dello stress che dominava la loro vita, il loro lavoro e le relazioni sociali.
Continua a leggere…

28/01/14

Il Peso Delle Cose

 

imn

Uno psicologo stava spiegando come gestire meglio lo stress. Quando sollevò un bicchiere d’acqua, tutto il pubblico immaginò che avrebbe posto la solita domanda:
“Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto?”
Quello che invece domandò fu:
“Quanto credete che pesi questo bicchiere d’acqua?”

Continua a leggere…

27/01/14
sguardo

Lo Sguardo Che Cura

sguardo

Dentro ciascuno esistono due modi di vedere i disagi
Oggi vorrei parlare di come si guardano i disagi, in particolar modo l’ansia e quindi di come si sta con sé stessi. È molto diverso dire “soffro di ansia, non so cosa fare” oppure dire “ adesso sento l’ansia che arriva e la guardo come se fosse un panorama”. Questo perché dentro di noi esistono due sguardi: lo sguardo “del dettaglio”, quello che ci fa dire “io sono i miei pensieri, io ho questo carattere, io sono fatta così, questo è il mio passato, questa è la mia storia, questi sono i miei ricordi”. Questo è uno sguardo che fa ammalare. Poi c’è uno sguardo che infinisce: questo è lo sguardo “della salute”. Guardo l’ansia non come se fosse una cosa che mi tormenta, ma come il vento: non sta arrivando l’ansia, sta arrivando il vento. E io mi affido al vento. Se chiudo gli occhi e sento l’ansia arrivare mi affido al vento e improvvisamente divento come un seme che viene portato da una parte all’altra, sbattuto di qua e di là. Insomma comincio a perdermi…

Continua a leggere…

17/01/14

Il dolore

dolore29

Fintanto che non siete in grado di accedere alla potenza dell’Adesso, ogni dolore emozionale di cui avete esperienza si lascia dietro un residuo di dolore che continua a vivere in voi. Si mescola al dolore proveniente dal passato, che era già lì, e si annida nella vostra mente e nel vostro corpo. Questo naturalmente include il dolore che avete sofferto da bambini, causato dall’inconsapevolezza del mondo in cui siete nati.

Continua a leggere…